Samples

Napoli nell’Ottocento. Da una rivista tedesca dell’epoca

Letture: 451
xilografia incorniciata

La splendida veduta della Città di Napoli qui illustrata è tratta dalla rivista: “Das Buch für Alle. Illustrierte Familienzeitung.” (“Il libro per tutti. Giornale di famiglia Illustrato.“).

Si tratta di una pubblicazione dell’editore Hermann Schönlein di Stoccarda in Germania che dal 1866 al 1944, ha venduto un enorme numero di copie.

 

Nella xilografia di nostro interesse, Napoli viene raffigurata nel suo insieme in una immagine allargata, quasi a cercare di racchiuderla tutta, senza neanche tralasciare momenti di vita quotidiana: in primo piano è la scena caratterizzata dalla gente del popolo che va alla fonte per approvvigionarsi di acqua, man mano che scende l’inquadratura fanno da contrasto due lavandaie sul tetto di una casa con delle nobili dame con ombrellino su uno scorcio del terrazzo di Palazzo Reale. Nel paesaggio, invece, sono facilmente riconoscibili Castel Sant’Elmo sulla sinistra e Castel dell’Ovo al centro della composizione sotto il Vesuvio fumante. Una composizione artistica e pittoresca dove Napoli è ricca di verde e dominano in altezza i pini e due palme sulla sinistra.

Chissà questa raffigurazione a quante famiglie tedesche del tempo avrà fatto venire la voglia di visitare la nostra città!

 

napoli-neapel
Neapel. Xilografia tedesca del 1880 circa. Coloritura postuma. 38 x 57 cm

 

Due parole sulla tecnica di stampa: La Xilografia

La xilografia, tecnica di incisione a rilievo, è l’arte di incidere il legno, dal greco antico xylon, legno, graféin scrivere.  E’ la prima tecnica di stampa e risale al 1400. L’incisione avviene per mezzo di strumenti ben affilati che asportano le parti che dovranno risultare bianche sul foglio lasciando in rilievo quelle parti che devono ricevere l’inchiostro per essere stampate su carta. Gli attrezzi utilizzati per l’intaglio (ferri di acciaio: sgorbie, lame, ciappole, bulini..) sono ripetutamente affilati nel corso del lavoro su pietre di diversa granitura per mantenerli sempre taglienti.

L’esempio più vicino ad una matrice xilografica è il timbro.

 

Comments

comments

ARTICOLO PRECEDENTE ARTICOLO SUCCESSIVO
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *