Home Page : Articolo

Le opere dell'autore

      Carico le opere di %autore%

"‘O masto curniciaro" di Giovanni D'Amiano




‘O masto curniciaro

 

Quanta gente dice ch’è ccurniciaro,

senza ca sape mettere nu chiuovo!

Gente ca, pe mmestiere, è ssapunaro,

ca manco sape cocere, ch’è n’uovo!


Aiere, aggio purtato nu quatrillo

a nu “masto” ‘e curnice ca canosco,

nu quatro ‘e poche sorde, ma bbellillo,

ca ‘e ll’arta soia, sempe ha parlato tosco.

 

Stu quatro, ca speravo di valore

doppo misa ‘a curnicia cunzigliata

‘a chistu grande artista curniciaro,

 

è addeventato quequero e scriato;

doppo ‘a curnicia misa ‘a stu signore,

nu’ ll’ha vuluto manco ‘o sapunaro!

 

                         

Ncazzato e arraggiato pe stu “pacco”,

aggio purtato ‘o quatro addo Marciano,

ca m’ha cunzulato ‘a chistu smacco

cu na capa curnicia ‘e primma mano.

 

Ve dico a vvuie, na vera opera d’arte,

ch’ha ncurniato ‘o quatro na bbellezza;

n’opera ‘e ggiugliere, ‘e na gran sarta;

e, mo, stu quatro vale na ricchezza.

 

Ve dico a vvuie, l’amico che ll’ha avuto,

avero c’è rrestato ncannaruto.

“’O voglio, embè, canoscere a st’artista,

 

ca tene, dint’ê mmane, st’arta antica

a ffa’ curnice comm’a na mudista

ca fa sciccosa na vaiassa ‘e vico”.

 

Giovanni D’Amiano


Giovanni D'Amiano è nato a Volla e vive a Torre del Greco. Ha esercitato la professione di medico pediatra, e si è sempre interessato di poesia e di pittura. Più volte premiato come poeta, ha esposto in varie mostre di pittura personali e collettive.
D'Amiano ha pubblicato: Più del pane alla bocca (1981), Occhi arrossati (1997), Un'ombra lunga (2005), L'anguria (2010); è presente nel volume collettaneo di poesie in vernacolo napoletano 'N'anticchia 'e Napule
(1997)



Contattateci per maggiori informazioni
Di Admin (del 05/01/2011 @ 13:47:27, in Poesia, linkato 1190 volte)